Articoli nella categoria Olivicoltura

Come muoversi tra gli scaffali quando...

da: umbria24.it «Gli effetti della mosca sulla produzione dell’olio sono stati ridotti: qualità medio-alta» Se ne parla mercoledì sera a Tef channel nella trasmissione Testimonianze dall’Umbria. Ospiti produttori e comunicatori dell’agroalimentare La puntata «Quei produttori che hanno seguito attentamente lo stato dell’arte dei loro oliveti, proteggendoli dalla mosca, ora possono raccogliere per quanto hanno seminato: […]

Olio di alta qualità. Le prossime sfi...

Intervista all’agronomo e capo panel Angela Canale. Import, tipicità varietale e nuove tecnologie: punti di forza e debolezze del comparto olivicolo nel Belpaese. A poche settimane dalla chiusura di Ercole Olivario, abbiamo parlato di olio extra vergine con Angela Canale, membro della commissione che ha valutato gli oli italiani in gara e che, nel prossimo […]

Una dop, cinque gusti per cinque sens...

una degustazione guidata fuori dagli schemi, a opera di Angela Canale: “Una dop, cinque gusti per cinque sensi”. Ovvero, vista, gusto, olfatto, udito e tatto, cinque sensi che idealmente sorvoleranno sugli olivi dell’Umbria, mescolando opportunamente i linguaggi. Rigorosamente fuori dal bicchiere, l’olio Dop Umbria verrà versato su cinque pani, anch’essi umbri, offrendo i suoi profumi a chi riuscirà a viaggiare con la mente dove gli olivi vivono la loro storia. Fragranze di erbe, foglie, frutti e ortaggi, racchiuse in poche gocce di olio, verranno raccontate attraverso le parole, musiche e immagini. Se le architetture dell’olio si proiettano verso il futuro, può oggi ritenersi ancora l’olivo una coltura d’avanguardia? Questi gli interrogativi posti al centro del dibattito.

OLIO: ORGOGLIO E PREGIUDIZIO. COSÌ SI...

Dopo un anno di astinenza siamo finalmente nel bel mezzo della raccolta delle olive. Ovunque ci sia una pianta di olivo si vedono operai, cassette, teli e scuotitori. Non c’è frantoio che non abbia aperto le porte a olivicoltori e curiosi in cerca di olio nuovo. Si parla di varietà, di stagione favorevole, di rese, di profumi, di amaro e piccante. Quella malefica mosca l’avevamo quasi dimenticata restituendo alla pianta di olivo quel posto nel nostro cuore che sempre aveva avuto. Finalmente quello sconto che chiedevamo per un chilo di olio non lo invochiamo più. Poco ma buono e pagato il prezzo giusto.

Come difendersi dalla mosca olearia. ...

Cambiano le temperature e si sviluppano i parassiti. Tutte le tecniche per eseguire il montitoraggio e il trattamento delle piante Quasi a comando sono arrivate le piogge. Lo stress idrico a cui erano state sottoposte le piante si è un pochino attenuato in questi giorni, ed è bastata qualche goccia per far ingrossare un po’ […]

Umbria: protezione di un’origin...

L’olivo è la coltura che meglio definisce e rappresenta la “sempreverde” Umbria, la qualità dell’olio extravergine DOP Umbria un pretesto per parlare di cultura, territorio, persone, storia, agricoltura, vita.  I testi sono di Angela Canale (per il download vedere la sezione stampa)

Olio che verrà, facendo tesoro di un ...

pubblicato su: saperefood.it Il maltempo e la mosca hanno dominato questo anno disastroso, ma si riparte dall’esperienza acquisita La magia si ripete: un anno è passato e un altro sta per arrivare. Ma, dopo questo 2014 che ha segnato duramente l’intero comparto dell’olivicoltura umbra (e non solo), la vera magia è fare tesoro delle esperienze vissute […]

Tutti aspettano qualcosa

pubblicato su: olioofficina.it Nella filiera olio si parlano lingue diverse. È ora di finirla con la caccia alle mosche o il refrain delle frodi. Quando il malato è grave, bisogna reagire con una nuova terapia. Troppe le stars che si sentono protagoniste ma mettono volentieri in ombra l’olivo e l’olio. Mille i personaggi in cerca […]

L’anno nero dell’olio ita...

L’anno nero dell’olio italiano

http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/11/12/news/100353093-100353093/ Umbria: “Le aziende devono fare mea culpa” di Gloria Bagnariol SPOLETO – Prima le piogge eccessive, poi il picco di sole nei momenti decisivi della fioritura: sembra che tutto abbia cospirato contro le olive quest’anno. Il tempo ha compromesso la produzione e ha creato il clima perfetto per gli attacchi della mosca olearia che […]

Paese che vai, olivo che trovi: assag...

pubblicato su saperfood.it Vacanze al Sud, per scoprire e degustare l’olio calabrese. Le varietà, i punti di forza e le difficoltà nel preservare l’integrità del frutto e gestire la raccolta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi