Articoli nella categoria Agricoltura

Come muoversi tra gli scaffali quando...

da: umbria24.it «Gli effetti della mosca sulla produzione dell’olio sono stati ridotti: qualità medio-alta» Se ne parla mercoledì sera a Tef channel nella trasmissione Testimonianze dall’Umbria. Ospiti produttori e comunicatori dell’agroalimentare La puntata «Quei produttori che hanno seguito attentamente lo stato dell’arte dei loro oliveti, proteggendoli dalla mosca, ora possono raccogliere per quanto hanno seminato: […]

Olio di alta qualità. Le prossime sfi...

Intervista all’agronomo e capo panel Angela Canale. Import, tipicità varietale e nuove tecnologie: punti di forza e debolezze del comparto olivicolo nel Belpaese. A poche settimane dalla chiusura di Ercole Olivario, abbiamo parlato di olio extra vergine con Angela Canale, membro della commissione che ha valutato gli oli italiani in gara e che, nel prossimo […]

Una dop, cinque gusti per cinque sens...

una degustazione guidata fuori dagli schemi, a opera di Angela Canale: “Una dop, cinque gusti per cinque sensi”. Ovvero, vista, gusto, olfatto, udito e tatto, cinque sensi che idealmente sorvoleranno sugli olivi dell’Umbria, mescolando opportunamente i linguaggi. Rigorosamente fuori dal bicchiere, l’olio Dop Umbria verrà versato su cinque pani, anch’essi umbri, offrendo i suoi profumi a chi riuscirà a viaggiare con la mente dove gli olivi vivono la loro storia. Fragranze di erbe, foglie, frutti e ortaggi, racchiuse in poche gocce di olio, verranno raccontate attraverso le parole, musiche e immagini. Se le architetture dell’olio si proiettano verso il futuro, può oggi ritenersi ancora l’olivo una coltura d’avanguardia? Questi gli interrogativi posti al centro del dibattito.

OLIO: ORGOGLIO E PREGIUDIZIO. COSÌ SI...

Dopo un anno di astinenza siamo finalmente nel bel mezzo della raccolta delle olive. Ovunque ci sia una pianta di olivo si vedono operai, cassette, teli e scuotitori. Non c’è frantoio che non abbia aperto le porte a olivicoltori e curiosi in cerca di olio nuovo. Si parla di varietà, di stagione favorevole, di rese, di profumi, di amaro e piccante. Quella malefica mosca l’avevamo quasi dimenticata restituendo alla pianta di olivo quel posto nel nostro cuore che sempre aveva avuto. Finalmente quello sconto che chiedevamo per un chilo di olio non lo invochiamo più. Poco ma buono e pagato il prezzo giusto.

Come difendersi dalla mosca olearia. ...

Cambiano le temperature e si sviluppano i parassiti. Tutte le tecniche per eseguire il montitoraggio e il trattamento delle piante Quasi a comando sono arrivate le piogge. Lo stress idrico a cui erano state sottoposte le piante si è un pochino attenuato in questi giorni, ed è bastata qualche goccia per far ingrossare un po’ […]

Estate bollente: che effetto avranno ...

Ecco perché il gran caldo è il fattore ambientale chiave per lo sviluppo dell’insetto che lo scorso anno ha messo in ginocchio i produttori di olio d’oliva. Da mesi tutti in allerta, esche preparate, prodotti acquistati, trappole posizionate e se dovesse

Coltivazione e Patologie dell’o...

Con il contributo di Angela Canale  

Biodiversità da valorizzare

pubblicato su lindro.it La biodiversità rivoluziona il tessuto sociale ed economico dell’agricoltura italiana. E’ piacevole assaggiare quei prodotti genuini dell’agricoltura biologica, il 6 e il 7 settembre 2014, sulle colline di Parma, tra Langhirano e Traversetolo, durante il primo Rural Festival completamente dedicato alla biodiversità agricola.

Tempo di mosca olearia, come difender...

pubblicato su: saperefood.it La stagione calda favorisce l’insediarsi della “mosca olearia” sugli olivi. Difendere le piante da questo parassita vuol dire produrre un olio extravergine di qualità superiore. Con l’estate tornano le zanzare e, se arrivano anche le piogge, per le piante la vita si fa dura e a rimetterci sono soprattutto i frutti. Alte […]

Questione di stime

pubblicato su: olioofficina.it Punti di vista. Ecco a cosa dovrebbero servire le stime produttive: a prepararsi con serietà al mercato senza inutili allarmismi e senza autocelebrative lodi di produzioni che non esistono Cosa accade quando un’agronoma interviene andando al di là degli aspetti propriamente tecnici?

Tempo di fioriture

pubblicato su: saperfood.it L’impollinazione incrociata non è la regola, ma l’autoimpollinazione è piuttosto rara. Ed ecco allora che la natura fa la sua parte. A una pianta come l’olivo, il cui polline è affidato al vento, la natura da’ la possibilità di fare tantissimi fiori. Tutto si gioca sulle probabilità di incontro tra organi maschili […]

Olivo in fiore, che cosa aspettarsi d...

pubblicato su: saperefood.it Tra poco si apriranno le mignole. Il polline viene affidato al vento, eppure molte cause rendono difficile questo volo. “Tutto può ancora succedere”. Tempo di fioriture, tempo in cui si ha la massima espressione di bellezza delle piante.

Un atto di coraggio per l’olivi...

Pubblicato su: olio officina.it Un’intervista di Luigi Caricato Sostiene l’agronomo Angela Canale: “ritengo essenziale l’applicazione delle tecnologie in agricoltura così come per altri comparti. Ma questo richiede conoscenza ed esperienza che non sono innate in chi si avvicina alla terra solo per passione”

Olivicoltura, in Umbria fatturato da ...

pubblicato su: umbria24.it Quest’anno il fatturato complessivo sfiorerà 50 milioni di euro, trainato da una produzione che a giochi fatti dovrebbe far registrare +30%. Ma la coltura e la raccolta dell’oliva in Umbria è ferma ai tempi di Columella, in altre parole degli antichi romani.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi